diciemme

Suprema Bocce

133 posts in this topic

La nuova linea suprema nasce da un accordo tra la ixsport

produttrice di bocce e 2tsport produttrice di abbigliamento e fornitore ufficiale fib dal 2005.

Per produrre lo stesso prodotto(i modelli i materiali e la lavorazione

sono rimasti gli stessi)sono stati trasferiti i macchinari in cina insieme

allo staff della ixsport che con la loro esperienza

trentennale nel produrre bocce garantisce una straordinaria qualita'.

Praticamente materiali e lavorazione gli stessi di prima ma la produzione è cinese, con i prezzi calati notevolmente.

cosa ne pensate di tutto cio????

Edited by Salvatore

Share this post


Link to post
Share on other sites

La nuova linea suprema nasce da un accordo tra la ixsport

produttrice di bocce e 2tsport produttrice di abbigliamento e fornitore ufficiale fib dal 2005.

Per produrre lo stesso prodotto(i modelli i materiali e la lavorazione

sono rimasti gli stessi)sono stati trasferiti i macchinari in cina insieme

allo staff della ixsport che con la loro esperienza

trentennale nel produrre bocce garantisce una straordinaria qualita'.

Praticamente materiali e lavorazione gli stessi di prima ma la produzione cinese, con i prezzi calati notevolmente.

cosa ne pensate di tutto cio????

Io penso che ................l'economia cinese cresce sempre di più.<_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

rendiamo noto che la seguente discussione non vuole essere pubblicità alla ditta, dato che non è previsto nel regolamento di BocceItaliaForum.

Pro e contro, si parte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se la qualità rimane quella delle bocce è al livello di quelle che usiamo normalmente non ho nulla in contrario, se può servire a calmierare i prezzi.

Oltre ha questo la mia attenzione cade sui materiali, spero che siano i nostri perchè avendo avuto esperienza nella moda si sono ravvisati problemi con i loro materiali specialmente con i prodotti con colori scuri che dalle loro parti sono molto pericolosi.

Non sò se la cosa sia paragonabile perchè non conosco la composizione chimica dei materiali

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pubblicità parla di qualità, resistenza e precisione a prezzi finalmente sostenibili.

Bene! La prima cosa che ho pensato è: ERA ORA!

Poi però ho riflettuto un po' e la cosa non mi quadra:

- il prodotto è lo stesso

- i materiali e la lavorazione sono rimasti gli stessi (probabili costi di invio dei materiali)

- sono stati trasferiti i macchinari (quindi costi di trasferimento dei macchinari)

- è stato trasferito lo staff (altri costi aggiuntivi, e non credo siano pochi)

- inoltre ci saranno altri costi per reimportare le bocce in Italia.

Sicuramente la manodopera avrà costi inferiori ma devono essere coperti anche tutti i costi aggiuntivi di cui sopra.

In conclusione: o sono troppo care adesso (e qui temo che siamo tutti d'accordo) o qualcosa mi sfugge......

Edited by StefanoC

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pubblicità parla di qualità, resistenza e precisione a prezzi finalmente sostenibili.

Bene! La prima cosa che ho pensato è: ERA ORA!

Poi però ho riflettuto un po' e la cosa non mi quadra:

- il prodotto è lo stesso

- i materiali e la lavorazione sono rimasti gli stessi (probabili costi di invio dei materiali)

- sono stati trasferiti i macchinari (quindi costi di trasferimento dei macchinari)

- è stato trasferito lo staff (altri costi aggiuntivi, e non credo siano pochi)

- inoltre ci saranno altri costi per reimportare le bocce in Italia.

Sicuramente la manodopera avrà costi inferiori ma devono essere coperti anche tutti i costi aggiuntivi di cui sopra.

In conclusione: o sono troppo care adesso (e qui temo che siamo tutti d'accordo) o qualcosa mi sfugge......

100% d'accordo con te

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me pare che l'equazione "stessi macchinari e stessi materiali = stesso prodotto ma più conveniente" abbia qualcosa di sospetto! O meglio, potrebbe anche non nascondere nessun mistero, ma ho i miei dubbi.

Ad esempio, per diversi anni ho utilizzato il modello Roller della Ixsport, tinta unita. Se non sbaglio, l'anno scorso, quando ho acquistato l'ultimo set di bocce di quel tipo l'ho pagato circa 90 euro. Sappiamo quanto sarà il prezzo dell'equivalente prodotto della nuova marca Suprema bocce?

Share this post


Link to post
Share on other sites

prendetela con le pinze. I prezzi dovrebbero essere i seguenti. Tra parentesi quelli vecchi.

Roller 60 (90)

Twister 60 (?)

Ambition 70 (139)

Naif 70 (129)

Mirò 80 (149)

per ogni modello ci sono 10 scelte e non 50 come prima.

Cosa cambia?

1) produzione delocalizzata in Cina. Portati là i macchinari italiani. Le materie prime dovrebbero rimanere le stesse in quanto mi dicono che sono fornite da una multinazionale che ha il monopolio. Tutte le altre a disposizione sono più scadenti. La manodopera cinese, una volta addestrata, costerà probabilmente meno.

2) meno scelta, ma comunque buone bocce. Il catalogo che già circola espone belle bocce, equivalenti come colori a quelle precedenti. Ma c'è meno varietà. I palati fini si dovranno accontentare.

3) termine del "cartello" che c'era in Italia, con i prezzi identici tra loro. La concorrenza non si giocherà soltanto tra chi fa i prezzi più bassi, ma sarà importante la ricerca di nuovi materiali, quindi a livello scientifico. In Italia si cercheranno materiali equivalenti a minor costo, sempre che si voglia continuare. A mio parere la concorrenza italiana potrebbe tenere perché produrrà bocce particolari come forme e colori.

4) rivenditori: politica della ditta che ha la proprietà del marchio è quella di limitare il più possibile il fenomeno della rivendita. Pochi punti di distribuzione in modo che i prezzi restino bassi. Tutti i rivenditori dovranno avere partita iva. (succedeva prima?)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me pare che l'equazione "stessi macchinari e stessi materiali = stesso prodotto ma più conveniente" abbia qualcosa di sospetto! O meglio, potrebbe anche non nascondere nessun mistero, ma ho i miei dubbi.

Ad esempio, per diversi anni ho utilizzato il modello Roller della Ixsport, tinta unita. Se non sbaglio, l'anno scorso, quando ho acquistato l'ultimo set di bocce di quel tipo l'ho pagato circa 90 euro. Sappiamo quanto sarà il prezzo dell'equivalente prodotto della nuova marca Suprema bocce?

Una domanda mi sorge spontanea, ma se i macchinari sono uguali, la materia prima pure, dov'è che l'azienda risparmia? Nella manodopera?, beh non credo che nella produzione di bocce ci debba essere una quantità tale di manodopera da innalzare il prezzo in modo deciso. Io credo che fino ad adesso abbiano guadagnato piu' del dovuto e ora magari guadagnino il giusto, anche se sono curioso di sapere i prezzi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una domanda mi sorge spontanea, ma se i macchinari sono uguali, la materia prima pure, dov'è che l'azienda risparmia? Nella manodopera?, beh non credo che nella produzione di bocce ci debba essere una quantità tale di manodopera da innalzare il prezzo in modo deciso. Io credo che fino ad adesso abbiano guadagnato piu' del dovuto e ora magari guadagnino il giusto, anche se sono curioso di sapere i prezzi....

è vero anche questo. I prezzi sono indicati nel mio topic sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non le ho viste in giro le locandine...puoi postarla?

non si può per ragioni commerciali ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

prendetela con le pinze. I prezzi dovrebbero essere i seguenti. Tra parentesi quelli vecchi.

Roller 60 (90)

Twister 60 (?)

Ambition 70 (139)

Naif 70 (129)

Mirò 80 (149)

per ogni modello ci sono 10 scelte e non 50 come prima.

Cosa cambia?

1) produzione delocalizzata in Cina. Portati là i macchinari italiani. Le materie prime dovrebbero rimanere le stesse in quanto mi dicono che sono fornite da una multinazionale che ha il monopolio. Tutte le altre a disposizione sono più scadenti. La manodopera cinese, una volta addestrata, costerà probabilmente meno.

2) meno scelta, ma comunque buone bocce. Il catalogo che già circola espone belle bocce, equivalenti come colori a quelle precedenti. Ma c'è meno varietà. I palati fini si dovranno accontentare.

3) termine del "cartello" che c'era in Italia, con i prezzi identici tra loro. La concorrenza non si giocherà soltanto tra chi fa i prezzi più bassi, ma sarà importante la ricerca di nuovi materiali, quindi a livello scientifico. In Italia si cercheranno materiali equivalenti a minor costo, sempre che si voglia continuare. A mio parere la concorrenza italiana potrebbe tenere perché produrrà bocce particolari come forme e colori.

4) rivenditori: politica della ditta che ha la proprietà del marchio è quella di limitare il più possibile il fenomeno della rivendita. Pochi punti di distribuzione in modo che i prezzi restino bassi. Tutti i rivenditori dovranno avere partita iva. (succedeva prima?)

a proposito della partita iva......non succedeva prima e non succederà adesso.è un casino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

a proposito della partita iva......non succedeva prima e non succederà adesso.è un casino.

no no, succede eccome ;) ho assistito alla firma di un contratto. tutto trasparente al 100%.

Share this post


Link to post
Share on other sites

no no, succede eccome ;) ho assistito alla firma di un contratto. tutto trasparente al 100%.

quando ci vediamo te lo dico io come funziona.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.